-A A +A
Mercoledí
01 Marzo 2017

Canone Occupazione Spazi ed Aree Pubbliche (C.O.S.A.P)

Dal marzo 2016 per accedere agli sportelli tributi comunali è attivo il sistema "TU PASSI", tramite il quale è necessario prendere appuntamento, evitando in tal modo inutili code e spreco di tempo. Si può prendere appuntamento utilizzando il totem a piano terra del palazzo comunale di piazza Duomo 25, sia per il girono stesso, che per il giorno e l'orario preferito utilizzando la Carta Regionale dei Servizi (tessera sanitaria) o collegandosi al sito https://tupassi.it/.

 

 

 

Per "suolo pubblico" si intendono le aree ed i relativi spazi sovrastanti e sottostanti, appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile del Comune, comprese le aree destinate a mercati anche attrezzati e a parchi e giardini, nonchè le aree di proprietà privata su cui risulti regolarmente costituita, nei modi e nei termine di legge, una servitù di pubblico passaggio.

 

 Le occupazioni di suolo pubblico sono soggette a concessione o autorizzazione rilasciata, su richiesta dell'interessato, dal Dirigente comunale competente. La richiesta va presentata:

- per manifestazioni estemporanee, allURP (Ufficio Relazioni con il Pubblico)

- per cantieri edili, manomissioni stradali, per steccati o ponteggi, al Servizio Manutenzioni e gestione amministrativa dei Lavori Pubblici

- per occupazione permanente relativa ai passi carrai o occupazione temporanea per: traslochi,  manutenzioni urgenti edili o del verde (tinteggiatura edifici, installazione impianti di condizionamento, infissi, sistemazione tetti, grondaie, allontanamento piccioni, etc.) al servizio Polizia Locale

- per l’occupazione permanente o temporanea non già assegnata agli altri uffici, al Servizio Tributi (Cosap) 

 

 

 Le occupazioni di qualsiasi natura, permanenti e temporanee, sono soggette a canone secondo le modalità previste dal regolamento

 

 

Occupazione permanente

Le occupazioni di suolo pubblico “permanenti” sono quelle a carattere stabile anche se sono comunque concesse a tempo.

Riguarda: occupazioni del suolo, sopra suolo e sottosuolo pubblico, banchi delle aree mercatali (plateatico)

 

Sono abusive le occupazioni realizzate senza la concessione comunale.

Sono altresì considerate abusive:

-          Le occupazioni realizzate in modo difforme alle disposizioni contenute nell’atto di concessione;

-          Le occupazioni che si protraggono oltre il termine di scadenza della concessione, senza   rinnovo o proroga di questa, ovvero oltre la data di revoca o di estinzione della medesima.

 

Domanda di concessione

La domanda di autorizzazione ad occupare spazi ed aree pubbliche in via permanente deve essere presentata in bollo (Euro 16,00) da:

-         Chiunque intenda occupare in modo permanente una porzione di spazio od area pubblica (proprietario o titolare di diritto reale);

-         Chi deve ottenere la voltura di occupazioni già concesse;

 

I modelli per la richiesta di concessione/voltura/cessazione per occupazione di suolo pubblico sono scaricabili nella sezione modulistica.

 

Canone

Il canone è dovuto dal titolare dell’atto di concessione o, in mancanza, dall’occupante di fatto.

Il pagamento del canone relativo al primo anno di occupazione deve essere effettuato al momento del rilascio del provvedimento di concessione.

Il canone relativo agli anni successivi è riscosso dal Comune per mezzo della società di riscossione ICA Srl mediante emissioni di bollettini allegati agli avvisi di pagamento.


Per informazioni sulla “determinazione della tariffa ordinaria e dei coefficienti moltiplicatori” si veda il  Regolamento per la concessione di spazi ed aree pubbliche nonché per l’applicazione del canone di utilizzo (COSAP) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 2011/00049 del 09/06/2011.

 

Pagamento del canone

Dall’anno 2011 è incaricata della riscossione la società ICA Srl,  via Mercato, 43/a – 26013 Crema, tel. 0373.204742 – 0373.201599.

Le somme dovute possono essere pagate:

-         Presso gli sportelli della società ICA Srl (dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.00 e dalle 14,00 alle 16,30)

-         Con bonifico bancario  utilizzando il codice IBAN IT-54-B-07601-10700-000007290816

-         Presso gli Uffici Postali sul ccp 7290816 intestato a “ICA Srl – Comune di Crema – Cr - COSAP” utilizzando i bollettini allegati all'avviso di pagamento

-         On-line collegandosi al sito www.icatributi.it (in questo sito sono indicati tutti gli ulteriori siti a disposizione dei contribuenti per il pagamento on-line)

 

Per ogni informazione inerente il pagamento rivolgersi alla società ICA Srl.

 

Occupazione temporanea

Si intende "temporanea" l'occupazione di durata inferiore all'anno o quella soggetta a rinnovo periodico.

Riguarda: occupazioni del suolo, sopra suolo e sottosuolo pubblico, o spazio pubblico o privato ad uso pubblico, appartenenti cioè al demanio o al patrimonio indisponibile del Comune.

 

Prima di effettuare l'occupazione del suolo pubblico deve sempre essere acquisita l’autorizzazione. L'autorizzazione è il documento rilasciato dal Comune che consente l'occupazione, stabilisce i diritti e gli obblighi del concessionario, determina il canone e può essere rinnovata.

L'autorizzazione è necessaria anche nel caso in cui l'occupazione sia esente dal pagamento del canone.

Le occupazioni realizzate senza l'autorizzazione sono considerate abusive e pertanto sanzionabili.
Si considera “occupazione” e si dà per avvenuta in assenza di rinuncia esplicita scritta antecedente la data di inizio dell’occupazione.

 

Domanda di autorizzazione

La domanda di autorizzazione ad occupare spazi ed aree pubbliche in via temporanea  per:

Intercapedini, chioschi, banchi di vendita in aree di mercato o al di fuori, spettacoli viaggianti, giostrai, dehors continuativi, attività promozionali, riserve di parcheggio, operatori del proprio ingegno, manifestazioni ed altre tipologie di occupazione temporanea di suolo pubblico non precedentemente indicate, occupazioni del sottosuolo e del soprassuolo in genere deve essere presentata al Servizio Tributi (COSAP) in bollo (Euro 16,00) tramite modulo.

 

Per traslochi  e manutenzioni urgenti, manifestazioni estemporanee, ponteggi e steccati, si rinvia agli uffici competenti.

 

Tariffe

Il canone è calcolato in base alla superficie occupata, alla durata e alla tipologia dell'occupazione e alla tariffa riferita alla categoria viaria cittadina (il territorio è diviso in cinque categorie).

Per informazioni sulla “determinazione della tariffa ordinaria e dei coefficienti moltiplicatori” si veda il  Regolamento per la concessione di spazi ed aree pubbliche nonché per l’applicazione del canone di utilizzo (COSAP) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 2011/00049 del 09/06/2011.

 

Pagamento del canone

Per le occupazioni temporanee, il canone deve essere versato prima o contestualmente al rilascio della concessione, in unica soluzione anticipata per tutto il periodo dell'occupazione, salvo quanto di seguito indicato:

a)  Qualora l'importo del canone, riferito ad ogni singola concessione, risulti superiore a € 500,00, può essere disposto, su richiesta del Concessionario, un pagamento rateale fino ad un massimo di 3  rate anticipate di uguale importo. Per gli operatori in aree pubbliche le rate dovranno essere corrisposte entro le scadenze previste dalle disposizioni regolamentari e dalle relative schede economiche. L'omesso o tardivo versamento di una rata fa decadere il beneficio;

b)  Per le occupazioni realizzate da commercianti ambulanti assegnatari di posteggio nelle fiere, prima dell'inizio dell'occupazione.

 

Non è dovuto il canone di importo inferiore a € 0,50.

 

Dall’anno 2011 è incaricata della riscossione la società ICA Srl,  via Mercato, 43/a – 26013 Crema, tel. 0373.204742 – 0373.201599.

Le somme dovute possono essere pagate:

-         Presso gli sportelli della società ICA Srl (dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.00 e dalle 14,00 alle 16,30)

-         Con bonifico bancario  utilizzando il codice IBAN IT-54-B-07601-10700-000007290816

-         Presso gli Uffici Postali sul ccp 7290816 intestato a “ICA Srl – Comune di Crema – Cr - COSAP” utilizzando i bollettini allegati all'avviso di pagamento

-         On-line collegandosi al sito www.icatributi.it (in questo sito sono indicati tutti gli ulteriori siti a disposizione dei contribuenti per il pagamento on-line)

 

Per ogni informazione inerente il pagamento rivolgersi alla società ICA Srl.

 

Sanzioni

Si considerano abusive le occupazioni prive della preventiva concessione o autorizzazione ovvero difformi da quanto consentito.

L’accertamento dell’occupazione abusiva comporta per il trasgressore l’obbligo di corrispondere:

-          un’indennità pari al canone che sarebbe stato determinato se l’occupazione fosse stata autorizzata aumentato del 50%;

-          una sanzione amministrativa pecuniaria nella misura prevista dalla legge

-          le sanzioni stabilite dall’art. 20, commi 4 e 5, del C.d.S.

 

L’omesso o parziale pagamento del canone comporta l'applicazione di una penale pari al 30% del canone dovuto o del restante canone dovuto, oltre alle spese di notifica dell'avviso di pagamento e agli interessi legali.

 

Nel caso di tardivo pagamento, si applica una penale pari al 10% dell'importo dovuto se il pagamento è stato effettuato entro i 30 giorni successivi alla scadenza stessa; oltre tale termine la penale è pari al 20%.

 

Rinnovo della concessione

Il rinnovo è comunque subordinato al pagamento del canone dovuto nell'anno precedente per la concessione di cui si chiede il rinnovo

 

Revoca

Il Comune può revocare o modificare in qualsiasi momento, senza alcun obbligo diindennizzo, il provvedimento di concessione/autorizzazione, qualora sopravvengano motivi di pubblico interesse che rendano non più possibile o diversamente realizzabile l’occupazione.

La concessione è revocata d'ufficio a seguito di:

  • violazione delle disposizioni concernenti l’utilizzo del suolo o dello spazio pubblico concesso (abuso  o uso diverso da quello per il quale è stata rilasciata la concessione/autorizzazione o il relativo provvedimento di variazione);
  • violazione degli obblighi previsti dall’atto di concessione/autorizzazione (manutenzione, particolari prescrizioni ecc.);
  • mancato o parziale versamento del canone alla scadenza prevista.

   

 


Modulistica


Modello per richiesta autorizzazione COSAP permamente

 

Modello per richiesta autorizzazione COSAP temporanea

 

Modello per richiesta temporanea suolo annesso ai pubblici esercizi
 

 


 

Data: 
Sab, 01/01/2011
Pubblicato da: 
ufficiotributi