-A A +A
Lunedí
26 Giugno 2017

Inposta Comunale sugli Immobili anno 2011

 

Aliquote anno 2011 - Detrazioni - Versamento dell’imposta
dichiarazione per l’anno 2010
 
Aliquote ICI
 
 
Attenzione
 
A seguito del Decreto Legge del 27/05/2008 n. 93  (Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 124 del 28/05/2008) convertito in legge, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, L. 24 luglio 2008, n. 126 (Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 174 del 26/07/2008) -
 
“A decorrere dall’anno 2008 è esclusa dall’imposta comunale sugli immobili di cui al decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504, l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo”.
 
“Per unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo si intende quella considerata tale ai sensi del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504, e successive modificazioni, nonché quelle ad esse assimilate dal comune con regolamento vigente alla data di entrata in vigore del presente decreto, ad eccezione di quelle di categoria catastale A1, A8, A9 per le quali continua ad applicarsi la detrazione prevista dall’art. 8, commi 2 e 3, del citato decreto n. 504 del 1992”.
 
A titolo esemplificativo rientrano nella sopra citata tipologia:
1.       unità immobiliare, e pertinenze ammesse, adibita ad abitazione principale dei soggetti passivi, persone fisiche, 
residenti nel Comune; in caso di più contitolari, l’esenzione spetta solo, per le relative quote di possesso, a coloro che utilizzano l’immobile (incluse le pertinenze) come propria abitazione principale;
2.    unità immobiliare, e pertinenze ammesse, del soggetto passivo che, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, non risulta assegnatario della casa coniugale e non possiede altra abitazione principale nel comune.
3.   unità immobiliare, e pertinenze ammesse, concessa in uso gratuito ai parenti di I° grado in linea retta, residenti nel Comune, che la utilizzino come abitazione principale (vedi condizioni art. 4 Regolamento Comunale ICI) -resta l’obbligo di comunicare al Comune l’inizio della cessione in uso gratuito;
4.   unità immobiliare, e pertinenze ammesse, utilizzata come abitazione principale dai soci assegnatari di cooperative edilizie a proprietà indivisa, residenti nel Comune;5
5.    alloggi regolarmente assegnati dall’Azienda Lombarda per l’Edilizia Residenziale;
6    unità immobiliare, e pertinenze ammesse, già utilizzata come abitazione principale da anziani o
     disabili che acquisiscano la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata per il corrispondente periodo;
 
 
Il Comune di Crema anche per l'anno 2011 ha confermato le vigenti aliquote:
 
- 5,4 per mille per le unità immobiliari rientranti nelle categorie A1 (abitazioni di tipo signorile) – A8(abitazioni in ville) – A9 (castelli,palazzi di eminenti pregi artistici o storici) adibite ad abitazione principale e relative pertinenze .
7,0 per mille   per tutti gli altri immobili non individuati nei precedenti punti e per i terreni agricoli
 
 6,2 per mille   aree fabbricabili
 
Detrazioni d’imposta
 
 
Detrazione di Euro 136,00  
 
     Spetta per l’abitazione principale del soggetto passivo, limitatamente alle unità immobiliari rientranti nella categorie A1 – A8 – A9, rapportata al numero dei mesi in cui perdura tale utilizzo; se più comproprietari o contitolari utilizzano la stessa unità come abitazione principale, la detrazione va ripartita tra essi in parti uguali, indipendentemente dalla quota di possesso. La detrazione si estende alle pertinenze dell’abitazione principale, se il suo importo è superiore all’imposta dovuta per l’abitazione stessa.
 
 
 
 
 
 
 
Versamenti
 
1.   Il versamento dell’ICI può essere effettuato in due rate o in unica soluzione.
2.  L’importo finale in euro da corrispondere al Comune deve essere arrotondato per difetto se la frazione è inferiore a 49 centesimi, ovvero all’Euro per eccesso se la frazione è superiore a detto importo.
3.   I versamenti devono tener conto delle eventuali variazioni intervenute nel corso del 2011.
 
 
Prima rata deve essere pagata entro il 16 giugno 2011
          Pari al 50% dell’imposta dovuta per l’anno in corso, calcolata sulla base dell’aliquota e delle detrazioni dei dodici mesi dell’anno precedente. In particolare, se il contribuente ha venduto o ha acquistato un immobile nei primi sei mesi del 2010, entro il 16 giugno potrà versare l’acconto ICI dovuto, commisurandolo ai dodicesimi di effettivo possesso. Se l’ammontare della prima rata non è superiore ad euro 5,00 il versamento va effettuato unitamente alla seconda rata entro la scadenza del saldo, purché l’importo totale delle due rate sia superiore ad euro 5,00 (importo minimo previsto dal regolamento Generale delle Entrate)
 
Seconda rata deve essere versata entro il 16 dicembre 2011
      Pari al saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno, comprensiva dell’eventuale conguaglio sulla prima rata versata.
 
Versamento in unica soluzione entro il 16 giugno 2011
     E’ consentito il versamento dell’imposta dovuta per l’intero anno in unica soluzione entro il 16 giugno 2011. Per il calcolo dell’imposta dovuta, si applicano l’aliquota e le detrazioni in vigore nell’anno in corso e non quelle deliberate per l’anno precedente. In tal caso vanno barrate le caselle “acconto” e “saldo” nell’apposito bollettino di versamento.
 
I versamenti cumulativi per tutti gli immobili posseduti da ogni contribuente nel Comune di Crema, vanno effettuati sul C/C postale n.° 7291227 intestato a:  I.C.A. SRL - COMUNE DI CREMA - CR - ICI, utilizzando gli appositi bollettini di conto corrente postale, inviati direttamente dall’Agente della Riscossione per agevolare il pagamento, e comunque reperibili presso gli sportelli del Concessionario ICA srl, presso gli uffici postali e presso il Servizio Tributi – Ufficio I.C.I. del Comune.
 
Sarà possibile effettuare il versamento:
presso gli sportelli del Concessionario della Riscossione ICA SRL di via Mercato, 43/Crema (CR) - tel. 0373 201599  dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8,30 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 16,30;
- presso tutti gli uffici postali;
- presso gli sportelli delle banche convenzionate;
- tramite modello “F24”;
 
Dichiarazione ICI
 
Le novità in materia di dichiarazione ICI
A partire dall’anno 2008, la dichiarazione ai fini dell’imposta comunale sugli immobili (ICI) deve essere presentata nei casi in cui le modificazioni soggettive ed oggettive che danno luogo ad una diversa determinazione del tributo dovuto attengono a riduzioni d’imposta e in quelli in cui dette modificazioni non sono immediatamente fruibili da parte dei comuni attraverso la consultazione della banca dati catastale.
La semplificazione in questione comporta che non deve essere presentata la dichiarazione ICI quando gli elementi rilevanti ai fini dell’imposta comunale dipendono da atti per i quali sono applicabili le procedure telematiche previste dall’art. 3-bis del D.lgs. 18 dicembre 1997, n. 463, relativo alla disciplina del modello unico informatico (MUI).
Il MUI è, infatti, il modello che i notai utilizzano per effettuare, con procedure telematiche, la registrazione, la trascrizione, l’iscrizione e l’annotazione nei registri immobiliari, nonché la voltura catastale di atti relativi a diritti sugli immobili.
 
I mutamenti di soggettività passiva avvenuti nel corso dell’anno 2010 devono essere dichiarati, nei soli casi in cui sussiste il relativo obbligo, sia da chi ha cessato di essere soggetto passivo e sia da chi ha iniziato ad esserlo.
La dichiarazione I.C.I. relativa all’anno 2010, redatta su apposito modello ministeriale, deve essere presentata, entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione dei redditi 2010, al Comune o essere spedita, in busta a mezzo raccomandata postale senza ricevuta di ritorno, indirizzata al Comune - Servizio Tributi-Ufficio ICI – piazza Duomo 25 – 26013 Crema (CR).
 
Per le successioni aperte a partire dal 25.10.2001, gli eredi ed i legatari che hanno presentato dichiarazione di successione contenente beni immobili, non sono obbligati a presentare la dichiarazione ICI. (art. 15, comma 2, legge 18.10.2001 n. 383)
 
 
 
Per ogni ulteriore informazione l’Ufficio Tributi – ICI del Comune – via Tomaso Pombioli 6
 è aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12.
Numeri telefonici: 0373/876623 – 876624; fax 0373/876650
E mail: serviziotributi@comune.crema.cr.it
Data: 
Lun, 02/08/2010
Pubblicato da: 
admin