-A A +A
Domenica
19 Novembre 2017

Viale Repubblica, firmata l'ordinanza per il “Divieto di stazionamento molesto nelle pertinenze relative alle infrastrutture stradali”

In data 15 marzo 2017 è stata firmata l’ordinanza che prevede il “Divieto di stazionamento molesto nelle pertinenze relative alle infrastrutture stradali situate in viale Repubblica”.

La nuova disposizione nasce in seguito all’incontro con una delegazione di commercianti e cittadini residenti in viale Repubblica, che lo scorso venerdì 10 marzo ha manifestato la propria preoccupazione in merito alla situazione riscontrata lungo il pubblico passaggio. L’incontro si è svolto presso il Palazzo Comunale di Crema, in presenza del sindaco Stefania Bonaldi, dell’assessore ai Lavori pubblici Fabio Bergamaschi e del comandante della Polizia Locale Giuliano Semeraro.

Come riscontrato dagli agenti della Polizia Locale, più volte intervenuti in loco, in corrispondenza degli esercizi commerciali si verifica la presenza di un gruppo di persone in stato di ubriachezza molesta che stanziano per lungo tempo nei pressi delle attività commerciali. La situazione riportata dai residenti e il degrado causato dal costante abbandono di bottiglie di alcolici vuote, spesso ridotte in frantumi.

 

L’ordinanza firmata dal Sindaco interpreta i contenuti del Decreto Legge n.14 del 20 febbraio 2017Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città” , in particolare l’art. 8 “Modifiche al testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, - n.267”. Il nuovo decreto - che a breve sarà convertito in legge - offre ai sindaci nuovi strumenti adatti ad intervenire in circostanze simili a quelle descritte, in cui si riscontrano situazioni di degrado sostanziale con effetti sulla percezione della sicurezza urbana da parte dei cittadini.

 

Con l’entrata in vigore della nuova ordinanza, gli agenti della Polizia Locale potranno disporre l’immediato allontanamento dal luogo interessato per gli individui o i gruppi che con la loro condotta “limitano la libera accessibilità e fruizione delle aree pubbliche e delle infrastrutture”,

con riferimento a:

 

- L’articolo 688 c.p. - Ubriachezza (sanzione pecuniaria di € 102)
- L’articolo 726 c.p. - Atti contrari alla pubblica decenza. Turpiloquio (ammenda di € 516)

- L’Ordinanza sindacale n. 225 del 11.11.2014 avente per oggetto: “Divieto di vendita e somministrazione di bevande alcoliche ai minori di anni diciotto e di abbandono di bottiglie e contenitori di bevande in ambito urbano” ( sanzione pecuniaria di € 200)

- Il Decreto Legge n.14 del 20 febbraio 2017 “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città” , in particolare l’art. 8 “Modifiche al testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, - n.267” (sanzione pecuniaria da € 100 a € 300)

 

In sintesi, oltre alla sanzione di tipo pecuniario, gli operatori della Polizia Locale potranno ordinare l’immediato allontanamento dal luogo interessato per le 48 ore successive, dopo le quali sarà ristabilito il regolare diritto alla libera circolazione. In caso di reiterazione della condotta illecita, i verbali saranno inviati al Questore competente per il territorio, che potrà disporre con provvedimento motivato il divieto di accesso temporaneo alla zona per un periodo massimo di sei mesi (prolungabile fino a due anni in caso di precedenti penali a carico dei trasgressori).

 

Due gli aspetti da sottolineare: l’ordinanza è valida esclusivamente per il luogo indicato ed ha carattere temporaneo: nel caso specifico, le limitazioni saranno valide solo per la zona di viale Repubblica e saranno disposte per un periodo massimo di sei mesi, tempo necessario a ripristinare l’ordine e il decoro ordinario in modo permanente.

 

L’ordinanza sarà eseguibile a partire dal quindicesimo giorno dopo la firma del Sindaco (avvenuta in data 15 marzo 2017).

 

La nuova disposizione recepisce infine la necessità di mettere in pratica interventi di mediazione sociale, che permettano di avvicinare e seguire le persone segnalate con adeguate misure di sostegno e recupero a carattere socio-assitenziale; a questo proposito, una copia del documento sarà trasmessa ai Servizi sociali comunali.

 

 

Da tempo commercianti e residenti di Viale Repubblica esprimono disagio circa il decoro e la vivibilità urbana della zona, a causa di persone che spesso stanziano per lungo tempo nei pressi delle attività commerciali in stato di ubriachezza molesta, e lasciano per terra rifiuti e bottiglie, sovente ridotte in frantumi. - dichiara il sindaco Stefania Bonaldi - La situazione è stata confermata durante il recente incontro con una delegazione di commercianti e residenti della zona; abbiamo pertanto ritenuto necessario approntare questo provvedimento avvalendoci delle nuove possibilità date dal recente Decreto Legge del 20 febbraio 2017, già oggetto di studio da parte nostra, che conferisce al Sindaco innovativi strumenti ordinatori e alle forze di polizia poteri sanzionatori più efficaci.

Il tema della protezione e sicurezza dei luoghi è molto sentito e delicato. Continuiamo a ritenere che il migliore antidoto sia riempire gli spazi cittadini di vita, attività, iniziative e persone. Tuttavia i comportamenti molesti vanno affrontati e colpiti, specie laddove alterano il decoro dei luoghi, ne limitano la vivibilità, compromettono le normali relazioni delle persone, condizionando la stessa percezione della sicurezza urbana. Vigileremo pertanto, con l'aiuto dei cittadini, su tutte quelle situazioni critiche che si registrano in alcuni punti della città e, sulla scorta dei nuovi poteri assegnati ai primi cittadini, valuteremo di volta in volta i provvedimenti più adeguati.”

 

 

IN ALLEGATO IL DOCUMENTO

AllegatoDimensione
Ordinanza viale Repubblica.pdf131.78 KB
Data: 
Gio, 16/03/2017
Pubblicato da: 
ufficiostaffsindaco